Divisioni Aziendali

Newsletter

Iscrizione alla newsletter

Chi Siamo

Accreditamenti »
News
La PMI diventa globale in rete

Da Il Sole 24 Ore Speciale Eventi: Fare impresa a NordEst -  Mercati esteri: soluzioni e opportunità dell'11.03.2013

I processi di internazionalizzazione delle aziende italiane, soprattutto delle PMI, sono in una fase di profonda e veloce trasformazione, anche in linea con quelli che sono i trend della globalizzazione. Se solo alcuni anni fa l’azienda che voleva diventare internazionale si preparava a vendere  all’estero merci prodotte in Italia, già da alcuni anni il trasferimento fisico di merce è stato sostituito dapprima con l’apertura di produzioni all’estero, e successivamente da processi di interscambio di internazionale, soprattutto di know – how e tecnologie, all’interno di partenariati di tipo collaborativo. Il modello organizzativo e di business che meglio rappresenta questo trend evolutivo è il modello di “rete d’impresa”. Le reti d’impresa, infatti, stanno sempre più rivelandosi uno strumento largamente riconosciuto e ricercato dalle imprese italiane per accrescere individualmente e collettivamente la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato, soprattutto in ambito internazionale. In questi anni – continua l’ing.Lanciotti, C.E.O. di R.Q.- Research Qualification srl e Manager di rete di LINKINNOVAZIONE.net- abbiamo costruito diverse decine di reti di imprese, soprattutto in ambiti legati all’innovazione e da tale esperienza abbiamo riscontrato che il modello di rete, così come definito dalla legge italiana che prevede la partecipazione delle sole imprese localizzate in Italia, è uno strumento valido per superare i limiti dimensionali delle nostre PMI ma ancora limitato per supportarne l'internazionalizzazione e la globalizzazione. Le problematiche emerse riguardano sostanzialmente due aspetti. Il primo riguarda lo sviluppo di processi innovativi basati su nuove tecnologie. Tali processi sempre più sono condotti in ambito internazionale e seguono dei “flussi tecnologici internazionali” all’esterno dei quali è sempre più difficile sviluppare e sfruttare nuove tecnologie. Tali flussi si costruiscono su reti internazionali di relazione tra operatori. Per le aziende (e le reti di aziende ) italiane è un “must” entrare a farne parte. Il secondo aspetto riguarda la Globalizzazione dei mercati ovvero la necessità per le aziende che sviluppano nuovi prodotti di fare in modo che essi risultino immediatamente profittevoli nel massimo numero possibile di paesi. Le modalità di internazionalizzazione “tradizionali” finora adottate si dimostrano sempre meno efficaci. Infatti l’apertura di filiali di distribuzione, la ricerca di agenti e rappresentanti, la partecipazione a fiere di settore comporta investimenti, rischi, difficoltà di addestramento e comunicazione e, soprattutto, lunghi tempi di esecuzione spesso non compatibili con il mercato. La risposta è ancora una volta il collegamento dell’azienda con infrastrutture dedicate e continuative che possano procurare all’estero partner interessati a codistribuire la nuova tecnologia: parliamo in questo caso di reti globali di imprese. Lavorare in rete è una modalità di operare nuova, che può dare risultati notevoli, ma che deve essere acquisita: conviene farsi aiutare da professionisti, che già hanno sperimentato le modalità per ottenere risultati positivi. Link innovazione ha collaborato alla costruzione di una rete internazionale, denominata IBN Innovation Broker Network, che raccoglie professionisti specializzati nell’utilizzo di reti di imprese e di tecniche di innovation management. Afferma il dott. Gian Piero Abbate: l’Innovation Broker è il professionista che identifica programmi e strategie per accelerare i processi di innovazione in azienda, ricerca gli strumenti per realizzarli, li rende disponibili. E’ una professione complessa e, soprattutto, in continua e veloce evoluzione. Richiede un continuo aggiornamento professionale, un interscambio di esperienze con altri professionisti, il rapido accesso ad opportunità di business da sviluppare in comune in ogni parte del mondo. Per dare una risposta a queste necessità, un elevato numero di Innovation Broker si sono raggruppati nella rete IBN (Innovation Broker Network). Il risultato è la possibilità da parte di questi professionisti di definire strategie ed effettuare programmi operativi per le imprese che li richiedono in ogni parte del mondo.

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 12